Gli italiani amano la cannabis light: Che cos’è?

Gli italiani amano la cannabis light: Che cos’è?

Aprile 26, 2022 Off Di editor

In Italia, le leggi sulla vendita e l’uso della cannabis sono in evoluzione. In molte località  è possibile acquistare ciò che è noto come “cannabis light”, un prodotto a basso dosaggio di THC. Fortunatamente, è possibile acquistare questo prodotto anche negli shop online, come ad esempio www.mrflower.it/content/9-cannabis-light-online.

Aumento della vendita di cannabis light

Uno studio, pubblicato su The Journal of Health Economics, ha rilevato che la legalizzazione della cannabis light nel 2017 ha portato gli italiani ad acquistarla in numero crescente, mentre allo stesso tempo sono diminuite le vendite di ansiolitici e sedativi.

“L’accessibilità su larga scala al nuovo prodotto, pubblicizzato come rilassante, ha indotto alcuni pazienti ad abbandonare la medicina tradizionale per cercare sollievo” hanno scritto i ricercatori nello studio.

La legge italiana sulla cannabis light

Nel 2016, una scappatoia in una legge italiana che legalizza la canapa ha consentito agli imprenditori del paese di vendere prodotti a basso dosaggio di THC nei negozi. I prodotti potrebbero contenere non più dello 0,6% di THC.

La cannabis light è diventata ampiamente disponibile in Italia nel 2017. Nel maggio 2019, l’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini ha condotto una repressione della cannabis, seguita dalla decisione della Corte suprema italiana di vietare la vendita di derivati ​​della cannabis. Il Parlamento del paese sembrava quindi pronto ad approvare un emendamento alla legge esistente che autorizzava la cannabis light, ma il Senato italiano ha bloccato il provvedimento.

Tuttavia, un passaggio della sentenza della Corte Suprema che consentiva la vendita di prodotti a base di cannabis “privi di qualsiasi effetto dopante o psicotropo” ha consentito ai rivenditori di vendere prodotti a base di cannabis light, anche se alcune azioni del governo sembrano mirate a non consentire loro di farlo.

Insomma, la normativa italiana in materia non è del tutto chiara. Ma il desiderio degli italiani per la cannabis light lo è.

Scopi medicinali della cannabis light

Lo studio mostra ancora una volta che le persone vogliono provare la marijuana per scopi medicinali. Nel caso dello studio italiano, i ricercatori hanno osservato che l’uso di cannabis light “può derivare dalle esigenze dei pazienti di un sollievo più efficace, che attualmente non è offerto dalla medicina tradizionale. Questo configura una forma di fallimento del mercato di cui i legislatori dovrebbero tenere conto”.